of models

yesterday I have to give some advise on Covid and while I was talking I said to myself, “you re not anexpert why would you do that” and I answered to myself that “I ve read thinks from good sources, I have checked facts, I have a model of the pandemia in my mind and I believe it is true”

So I felt the urge to reread something I had read sometimes ago in Douglas Hoftadter Strange Loopes and I went looking for it and was the story on Simmballism, SImms and Careenium the billiard pool with vibrating edges

and yes, this is what I needed to read to feel good about models, my belief do not have to be justified alla the way down to single evidences and experiments

Orthogonality, USA elections and AI

in my usa bubble on twitter, mostly founders and founder phylosophers, Robin Hanson is makeng rounds with his pos that advises To Oppose Polarization, Tug Sideways

Americans a re under shock after 2 boomers, worse, 2 silent generationers 1942 and 1946 babled at each other wthou much sense for 1 hour. Politics is a multidimensional tug-of-war and in certain cases it is better mind your own fight and tug sideways

orthogonality is a condition thay ensures that AIs need not obliterate us humans https://arbital.com/p/orthogonality/ found on the twitter of

fonder of the rationalisic community lesswrong and this nice arbital site with lots of tutorials

the purpose of adovcting otrhogonality is different

to Hanson when politics gets fsctituois better go orthogonal

AIs in Moravec dialogue with … think of him as too factitious and cannot bother more with the real 4-dim world, thay have gone their own multidimensional way

here we come at orthogonality is Y meaning, AIs neednot get confrontational with us, there’s plenty of orthonogal room 🙂

Learning and experience curves

“The difference between learning curves and experience curves is that learning curves only consider time of production (only in terms of labour costs), while experience curve is a broader phenomenon related to the total output of any function such as manufacturing, marketing, or distribution”

looking for data of experience curves on Electrolysis I found this

on this paper on cost trajectories of main electricity storage technologies

internet e regolamentazione

questo è il mio amico chris che chede un intervento pubblico sui social network https://www.linkedin.com/posts/christianvollmann_thesocialdilemma-activity-6715723568925155328-GzL3

la cosa curiosa è che Chris è il founder di un social network, lui stesso

Leggendo nei commenti al post Linkedin, il suo orgoglio è avere l’unico social network con un feed cronologico, non algoritmico; ma questa non è proprio la soluzione, non centra l’obiettivo

Ben Evan che leggo e seguo con piacere, persona in gamba con una vista acutissima, dice che l’algoritmo è un must, i feed non possono scalare oltere un n di relazioni su feed cronologici, numero di Dunbar, ci deve essere una regola dinamica che decide cosa mostrare e cosa no https://www.ben-evans.com/benedictevans/2018/4/2/the-death-of-the-newsfeed

e questo, detto in difesa di Facebook contro controlli politici o breakup, mi colpisce ad un tempo come vero e come detto con miopia

E’ abbastanza chiaro che gli algoritmi siano sviluppati per gli ads e la monetizzazione; se fossero sviluppati in prima istanza per lo user sarebbero diversi, piĂą efficaci e rilevanti, forse meno manipolabili

La mia epifania è stata sul beta dell’assistente google su Android, Google Now credo si chiami o si chiamasse. Forse anno 2013 o 2014, scopro casualmente che ogni giorno mi suggerisce due articoli in 2 tematiche (non specificate da me) che erano davvero in quel momento il pivot del mio interesse, anche inespresso anche perchè forse non erano il bulk della mia attivitĂ . Il senso di rilevanza di quei suggerimenti, l’utilitĂ  di quei link, ho subito amato google now, una vera epifania.

poi google now esce di beta, quel giorno invece di quei due solitari ma graditissimi suggerimenti, mi trovo una pagina di risultati di calcio di serie A (non seguo il calcio) e l’invito a personalizzare il feed, che anche con ripetuti tentativi è rimasto stupido e stupidamente vago. Il modello era cambiato: se vuoi max gli adv revenue meglio che fai conto sulla folla dei football fans, non sui miei specificissimi pivot. Non lo uso piĂą e con buona pace, ogni volta che lo apro per sbaglio le notizie al top sono siti populisit/sovranisti con titoli clikcbait e temi confinanti al fake; capisco la “gravitĂ ” del feed algoritmico, se affinato sulla massimizzazione di click e adv$ si finisce a fondo verso la parte piĂą becera e ossessiva del pubblico.

Il problema per me è chiaro e risolvibile, nel mio caso io non sono contro ad essere profliato per se, io sono l’essere profilato al solo beneficio degli inserzionisti. Impegnati a farla funzionare solo per i propri clienti, FB e google sono patentemente incapaci di capire il valore che la mia profilazione ha per me stesso.

la soluzione sarebbe in nuove piattaforme e tecnologie che rendo la mia profilazione sinergica alla crescita del mio profilo online, ad esempio google attraverso chrome sa tutto quello che ho visitato negli ultimi 10 anni e potrebbe tranquillamente offrirmi una search semantica per aiutarmi a ricordare e ritrovare, ma che incentivo ha google a farlo e chi altri potrebbe farlo ?

“”””e tornado al pessimismo di Ben Evans, io credo che le stesse tecnologie di oggi potrebbero rendere il mio feed algoritmico una esperienza molto piĂą dinamica, interattiva, libera dalla schiavitĂą del “tutti i tuoi amici hanno visto questo, vedilo anche tu”. Internet non è la televisione””””

il problema non risolvibile è che, in un mondo di economie di rete infinite e di monopoli naturali si riducono le possibilitĂ  che nuove proposte ad un problema non chiaramente riconosciuto riescano a bucare i muri dell’attenzione, e nel caso riuscissero a farlo rimanere indipendenti e non essere fagocitati dai vari big (though in internet i settori per l’analisi del monopolio possiamo poi parcellizzarli molto di piĂą che ad esempio nel settore dell’acciaio)

in concreto, c’è tanto cognitivismo al lavoro nel forzare il click compulsivo, poco dello sforzo che si possa fare per ridare il controllo all’utente riuscirebbe ad emergere. Il click compulsivo arriva per primo ai miliardi. TikTok adesso vince perchè ha costruito la piattaforma per l’algoritmo, la piattaforma “che vede come uno algoritmo” per analogia col poco rassicurante “vedere come uno stato https://www.eugenewei.com/blog/2020/9/18/seeing-like-an-algorithm

E quindi il problema no.1 è rimettere lo user al centro

il no 1.1 è rompere i meccanismi economici che hanno creato mostri come FB: dico mostro pensando a tutti i problemi per gli utenti creati da facebook nella sua corsa ad averli loggare 18 volte al giorno, dai tempi di Zynga in poi.

Oggi il problema, tutti dicono, è quel loggarsi 18 volte al giorno e si chiede l’intervento dello stato. Brr, quante cose possono andar male quando gli stati cominciano a controllare internet, pensiamo alla Cina prima di tutto.

Invece il problema dovrebbe essere come loggarsi 18 volte al giorno per ritrovare una versione aumentata di se stessi, della propria informazione, cultura e socialità. Sarebbe necessario proprio partire da questa analisi dello spettro delle attività online, dal tossico fakenews spam stile facebook 2016 alla sana vita di community così specifiche che non si troverebbero mai offline

Il problema non è internet, il problema sono loro 🙂 Nella confusione delle argomentzzioni finali, voglio dire solo questo, il pecking order dell’economia internet:

  1. lo user, da proteggere, non è solop privacy, ma ownership dei contenuti, portabilità e features features features
  2. l’innovzzione che deve essere protetta dai meccanismi dei monopoli naturali e delle infinite economie di rete. Penso sia piĂą nel campo di investimenti e M&A che vera concorrenza
  3. la moderazione dei contenuti nel rispetto delle leggi e dei modi civili di interazione, sacrificando i margini
  4. 4
  5. 4
  6. 4
  7. 4
  8. 4
  9. 4
  10. 4
  11. lo stato che detta come controllare i contenuti

BTW io sono un power user di Facebook, FB come tool per i gruppi è fantastico e io uso principalmente i gruppi. Per un periodo dal 2014, al 2017 c’è un app chiamata Groups che mi ha permesso di usare FB senza dover usare il mio feed, non credo sia un caso che si stata terminata nel 2017 dopo lo spammosissimo 2016. Per dire, Facebook e Google sono immensi e complessi conglomerati di hardware, software e app e features per gli utenti. Smatassare tutto (mi avete capito) è difficile immaginatevi se lo deve fare un regolatore pubblico. Però si è fatto. Convincere FB a venderci come users e non solo eyeballs, si può fare con meccanismo economici?

Ma se manteniamo vivi gli incentivi giusti per l’innovazione forse riusciamo a uscire dal problema della regolamentazione (suona fideistico, lo è, finchè non lo studio abbastanza)

scales of S-curves, network effects

This is a point Reid Hoffman makes in Blitzscaling: network effects are nice when a company grows, but they’re terrible when it’s subscale.

Marketplaces are so hard to get rolling that you should expect to take heroic measures at first. In Airbnb’s case, these consisted of going door to door in New York, recruiting new users and helping existing ones improve their listings.

mostly you have to choose the scale of your desired S-curve, where newtork effects can bu built, the egg and chicken death loop risolved with some affordable marketing effort

Groupon -> sign up merchants in a city and get user to signup with percks, cinema tickets in citydeal

These are basic concepts but nicely explained here Surfing the Right S-Curve

Tesla what s written in the numbers

current valuation might imply 30 to 50% market share in the future but let’s look at it like a tech and not a car company

sustainable advantage in batteries? It is claimed by Musk, is it real ?

Tesla is an operating system with around a car, car design turned upside down. Will it translate into a sustaiable advantage vs car producers?

Tesla first at autonomous drive with Autopilot, famously claimed in a keynote where Tusk promised your Tesla could work for you as a Taxi while you don’t use it

Imagine Tesla can pack all these unique features in a skateboard other producers can customize with fancy bodies. The skateboard is the operating system in a android-mobile phones analogy

There is a tech story that holds, but theere is also 3 checks to performs, answer the 3 questions, will Tesla really be able to be consistently ahead of all car makers in the world ? In the end, will it be economies of newtok and winner takeall like in software and social networks? Let’s see

Bayes is lean

an ignorant definition lerts me understand Bayes success in recent times

“Bayes’ core insight of gradually getting closer to the truth by constantly updating in proportion to the weight of the evidence” really lean statistics 🙂

the quote from Tetlock book on Superforecasters, I haven t read it. I neither read Lean startup, I don’t really remeber Bayes Theorem so I might be wrong in putting together things I do not study, but still the quote is suggestive

It come from here https://arbital.com/p/bayes_rule/?l=1zq

I did not know arbital, it is in less wrong territory I guess, I am going to study Bayes there

BTW all orginitase here “What relevance does this have for the LW-Yudkowsky-Bayesian rationalist project?” found in this SSC article about metis vs high rationalism. I think it’s all in the zeitgeist https://slatestarcodex.com/2017/03/16/book-review-seeing-like-a-state/

step back “seeing like a state” recycled as “seeeing like an algorithm” ref TikTok, I think misusued nd rather sinister but here it is Eugene Weiwei https://www.eugenewei.com/blog/2020/9/18/seeing-like-an-algorithm

il giorno delle parole @@@morfiche

“I clarify: that was truth, not humor. The GPT setup is precisely isomorphic to training a (huge) neural net to compress online text to ever-smaller strings, then using the trained net to decompress random bytes.”

isomorphic: mapping between 2 structures that preserver the structure and can be reversed.

” as organisms become more and more complex through evolution, they need to model reality with increasing accuracy to stay fit. At all times, their representation of reality must be homomorphic with reality itself. Or in other words, the true structure of our world must be preserved when converted into your brain’s representation of it.”

from here https://savsidorov.substack.com/p/tldr-the-interface-theory-of-perception

Homomorphism in Algebra is a structure-preserivng map between 2 algebric structures of the same type (not reversible like isomorphic?)

Fad chasing pigs

the story of Soros and Druckenmiller (was it at quantum fund?) taking opposite sides on the dotcom boom